2 thoughts on “Social Media e l’imminente campagna elettorale per le #politiche2013: brutti segnali

  1. fabio

    Ottima riflessione; ma il punto quindi è che il web sarà usato come un randello per delegittimare gli avversari. Secondo te non c’è modo di trasformare, in parte, anche i followers in elettori…

  2. Luca

    Salve Fabio,
    spero che prevarrà il buon senso, c’è da augurarselo.

    Se un politico vuol davvero trasformare i followers in elettori, deve cambiare totalmente la sua modalità di comunicazione, deve iniziare ad utilizzare i social media come strumenti di ascolto e interazione con la potenziale base elettorale.

    I social media non sono una mera appendice della propaganda: chi ha compreso questo fatto ha ottenuto il risultato sperato, gli altri sono ancora a leccarsi le ferite o ad eloggiare il proprio ego.

Leave a Reply