Confronto tra Facebook Adv e Google Analytics

#Facebook e la pubblicità: i conti non tornano

3 giugno 2012, avvio una piccola, piccola, campagna adv su Facebook, più che altro un esperimento, budget molto contenuto:

  • target sito esterno;
  • pay per click
  • 5€/giorno;
  • durata 4 giorni.

Nota su Pay per click: If you are paying on a cost per click basis, you are charged each time someone clicks on your ad or sponsored story. Campaign Cost and Budgeting

Trascorsi i 4 giorni mi metto ad analizzare traffico ed eventuali click verso il sito pubblicizzato… e li salta fuori l’altarino.

Confronto tra Facebook Adv e Google Analytics

Confronto tra Facebook Adv e Google Analytics

Da un primo confronto tra i dati forniti da Facebook e il traffico misurato da Google Analytics, emerge una differenza macroscopica

Facebook 64 clicks
Google Analytics 13 clicks

il punto è che io ho pagato per clicks… e così a prima vista la discrepanza del 80%!

In pratica Facebook mi sta addebitando un costo nettamente più elevato… pago 100% ma solo il 20% sembra raggiungere il mio sito.

Cosa accade? La differenza è troppo macroscopica… prima di trarre delle conclusioni, cerco dei riscontri in rete.

Da questa prima analisi, prende spunto la discussione “Riflessione su Facebook Adv”  sul gruppo Indigeni Digitali su Facebook.

raccogliendo commenti e spunti ulteriori di riflessione.

Dal primo confronto tra i dati di Google Analytics e quelli di Facebook, mi addentro nell’analisi dei log del web server che eroga il sito.

Da quest’analisi riscontro sole 37 visite riconducibili a Facebook.

A questo punto è doverosa una precisazione, il sito in questione ha poco traffico e prima della campagna Adv non c’era nessun tipo di collegamento esposizione su Facebook, ergo il traffico che ho trovato nei log di Apache è solo esclusivamente generato dalla campagna Adv.

Vediamo nel dettaglio quanto riscontrato nel log:

40 tracce con referral Facebook, di cui 3 ‘facebookexternalhit‘ sono del wizard di composizione banner e 37 visite con referral facebook

37 visite, intendo 37 richieste “GET / HTTP/1.1
con referral
http://www.facebook.com/ajax/emu…..
oppure
http://www.facebook.com/
oppure
http://apps.facebook.com/ajax/emu….

ripeto, NON ci sono altre provenienze da Facebook, posso garantirlo, in quanto il sito non è mai stato referenziato su Facebook.

Sollecitato da Sean Carlos, ho controllato altri elementi quali:

  1. server uptime, che risulta esser di 129 giorni, quindi non è mai stato spento nei giorni di test, certo da non escludere eventuali problemi di rete
  2. load average, carico misurato load average: 9.09, 6.04, 5.36, certo non basso, ma credo più o meno nella norma per un hosting (il carico è stato misurato nei giorni seguenti, quindi da solo un’indicazione di massima, non il carico puntuale durante l’esperimento)
  3. 500 error, assenza nel log di errori (500) che possano indicare server sovraccarico
  4. versione codice Google Analytics, verificato e aggiornato all’ultima versione; nel test avevo, erroneamente, utilizzato una versione vecchia del codice GA, molto probabilmente ciò è la causa del basso numero di clicks misurati via GA.

Riepilogando:

Facebook 64 clicks
Google Analytics 13 clicks
Apache log 37 clicks

Conclusioni:

  • Facebook mi “certifica” e addebita 64 clicks, sul mio server ne arrivano solo 37, in pratica ho pagato anche quel 42% di traffico che NON è arrivato sul server;
  • trattandosi di una pagina esterna a Facebook, ho potuto fare tutte le verifiche del caso.

Infine, notizia di oggi apparsa su Techcrunch

Unfortunately, while testing their ad system, we noticed some very strange things. Facebook was charging us for clicks, yet we could only verify about 20% of them actually showing up on our site. At first, we thought it was our analytics service. We tried signing up for a handful of other big name companies, and still, we couldn’t verify more than 15-20% of clicks. So we did what any good developers would do. We built our own analytic software. Here’s what we found: on about 80% of the clicks Facebook was charging us for, JavaScript wasn’t on. And if the person clicking the ad doesn’t have JavaScript, it’s very difficult for an analytics service to verify the click.  What’s important here is that in all of our years of experience, only about 1-2% of people coming to us have JavaScript disabled, not 80% like these clicks coming from Facebook. So we did what any good developers would do. We built a page logger. Any time a page was loaded, we’d keep track of it. You know what we found? The 80% of clicks we were paying for were from bots. That’s correct. Bots were loading pages and driving up our advertising costs.”
Startup Claims 80% Of Its Facebook Ad Clicks Are Coming From Bots

I dati che emergono sono eclatanti, nel mio piccolo caso si è trattato del 42% in più, qualche euro… quisquilie… ma resta il dato percentuale e il dubbio atroce…

…e se avessi messo a budget qualche centinaia/migliaia di €…. ?

Come espresso nel thread su Indigeni Digitali, vorrei trovare riscontro o smentita da altri casi, attendo le vs. segnalazioni

Post affini :

6 thoughts on “#Facebook e la pubblicità: i conti non tornano

  1. Pingback: È forse il caso che gli inserzionisti di Facebook effettuino controlli dei clic fraudolenti?

  2. Pingback: Facebook quando i conti non tornano

  3. Pingback: Should Facebook Advertisers Be Conducting Click Fraud Audits?

  4. melchiorre schifano

    Ho sempre dato per scontato che i dati forniti da colossi come facebook non fossero contestabili, la tua analisi mi lascia di stucco. Mi interesserebbe approfondire l’argomento: il tuo articolo è un po’ datato, almeno 2 anni, hai un qualche riscontro su quale sia la situazione attuale ? Grazie comunque per la tua segnalazione :-)

  5. Stefano

    Buongiorno Luca,
    nonostante l’articolo sia datato, il tema è molto attuale.

    Proprio in questi giorni mi stavo interessando alla questione del confronto tra i dati Facebook Ads e i dati Google Analytics. Per l’ultima campagna advertising che ho creato e che puntava ad una pagina di un sito web ho deciso di creare un URL con dei parametri (sorgente/mezzo) per poterlo monitorare e ho impostato come obiettivo (su Facebook Ads) “clic sul sito web”, utilizzando solo l’inserzione sul lato destro, per non disperdere i clic.

    Beh, dopo circa due settimane, se i dati di Analytics sono corretti la discrepanza c’è tutta: le visite alla pagina tracciate da Google, rispetto ai clic alla pagina indicati da Facebook corrispondono a circa il 28%. Non è certo un bene e non so se convenga utilizzare Facebook Ads per altri obiettivi (come fare ad esempio dare visibilità al brand attraverso post promossi).

Leave a Reply